top of page

About

Biography

Mattia Trabalza è nato nel 1996 a Foligno (PG), città in cui attualemente vive e lavora insieme a Roma. Dopo il Diploma Triennale in Arti Multimediali e Tecnologiche presso l’Accademia di Belle Arti di Roma nel 2018, conseguì il Diploma Magistrale sempre in Arti Multimediali a Roma nel 2021. Lavora come fotografo e videomaker freelance e insegnante al liceo.

Artist's Statement

Vivo nel costante pensiero che tutto è finito. Alla ricerca di lasciare traccia di questa vita. Per questo le mie opere parlano di connessioni tra l’Io e le esperienze, dare un significato a quel frammento di esistenza che è la mia mente, che andrà a perdersi nel tempo. 

Come Digital Artist le opere che realizza si alternano tra videoarte e fotografia concettuale con cui crea manipolazione digitale. La sua ricerca affronta gli aspetti della gravità, del tempo e del surreale per mettersi in contatto con gli archetipi dell’essere umano. Sempre affascinato dal processo creativo e dalle infinità di connessioni che lo costituiscono al quale dedica parte dei suoi lavori.

La fotografia nasce come strumento per documentare la realtà ma oggi attraverso la manipolazione digitale è possibile creare nuovi scenari, anche surreali, per esprimere differenti paesaggi mentali appartenenti alla sfera della fantasia. 

Ci sono fattori come il tempo e la gravità che non si possono spiegare attraverso una semplice fotografia analogica, così Mattia Trabalza va oltre l’apparenza delle cose e ricerca quei simboli che diventano i tasselli di una nuova e più completa visione. 

Alcuni dei progetti di Mattia Trabalza si possono considerare meta-arte, poiché racconta e offre una riflessione sullo stesso metodo creativo utilizzato ed illustrato dalle sue immagini digitali.

L’artista narra la sua esperienza nella ricerca artistica attraverso immagini oniriche ed allegoriche, illustra le fasi di un procedimento intrinseco di infiniti prismi di emozioni e sensazioni.

  • facebook_circle_black-512 copy
  • instagram-icon-white-on-black-circle cop
  • saatchi copy copy
  • linkedin_circle_black-512 copy
  • 2000px-YouTube_social_dark_circle_(2017)
bottom of page