top of page

PARATISSIMA FACTORY - II Ciclo - Torino - 2022

Aggiornamento: 9 nov 2022

Paratissima è molto più di un luogo o una serie di eventi, è una realtà che lavora e collabora con e per gli artisti.

Paratissima Factory si occupa di organizzare alcuni cicli di Residenza d'arte della durata di tre mesi circa per gruppi di artisti appositamente selezionati in base al loro portfolio.

Ad ognuno viene dato a disposizione uno studio su cui poter lavorare al proprio progetto. Al termine di questo periodo viene organizzata una mostra finale dove ogni artista avrà il proprio spazio personale in cui poter presentare le opere prodotte.

Ho partecipato a diverse mostre collettive e concorsi artistici, tuttavia questa è stata la prima esperienza di Residenza d'Arte. Lo scopo era di realizzare un progetto artistico partendo da un'idea su cui si voleva lavorare con delle scadenze prestabilite.

Sentivo una certa responsabilità, ciononostante la cosa mi entusiasmava molto.

Nel II Ciclo della Residenza eravamo sei artisti e la curatrice Cristina Meli, selezionata dal Board Curatoriale di Paratissima che aveva il compito di seguirci sui nostri progetti e fare il testo critico.

Ognuno degli artisti era libero di poter realizzare il proprio progetto secondo il medium che più preferiva, trasformando lo studio in uno spazio per la pittura, la fotografia, il video, l'installazione ecc.

Di seguito alcune foto e video dello studio e del backstage delle opere prodotte.



Alla fine dei tre mesi di lavoro tutto era stato completato. Gli scatti sono stati realizzati fra il Piemonte e l'Umbria, questo perché alcune location e materiali per la riuscita dell'idea avevano delle caratteristiche che potevo sfruttare al meglio solo in alcuni posti e non in altri.

Ad esempio, per la prima opera ho scattato le foto nella Biblioteca Diocesana del Seminario Vescovile di Biella. Altre foto sono state scattate a Castelluccio di Norcia per il mare di nebbia. Altre ancora sul Parco Nazione del Gran Paradiso. Esploravo i vari territori e selezionavo dagli scatti il materiale migliore per costruire i miei lavori.

Alla fine del percorso tutti noi siamo giunti alla fase di allestimento della mostra finale che è stata svolta in sinergia tra noi artisti e la curatrice Cristina Meli.

Questo è stato un grande lavoro che ha richiesto molto sacrificio, sia in termini di tempo che di costi. Infatti ho dovuto coprire personalmente tutte le spese: la produzione,la stampa delle opere e l'alloggio. Invece lo studio da utilizzare per lavorare era gratuito.

Al di fuori di questo lato negativo sono veramente contento di aver partecipato, perché questa esperienza mi ha dato l'opportunità di dedicarmi a ciò che amo.

Ho realizzato più opere di quante ne avevo in mente.

Personalmente penso che non ci sia emozione più forte di quella che provo quando vedo le persone rispecchiarsi nelle mie opere, nelle mie idee, sentendo quelle stesse emozioni che mi hanno mosso nel produrla.

Torino è una vetrina straordinaria per l'arte e questa è stata la prima volta in cui ho potuto acquisire contatti da gallerie e conoscere persone interessate ai miei lavori non solo da un punto di vista estetico, ma anche al loro acquisto.


Link Paratissima testo critico: https://www.paratissima.it/x/mattia-trabalza/



Di seguito alcune foto dell'allestimento e dello spazio espositivo finito.





Video durante l'inaugurazione Paratissima Factory II Ciclo



28 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


  • facebook_circle_black-512 copy
  • instagram-icon-white-on-black-circle cop
  • saatchi copy copy
  • linkedin_circle_black-512 copy
  • 2000px-YouTube_social_dark_circle_(2017)
bottom of page